CATTURARE IL TEMPO

Lentezza e rapidità nella fotografia

Diego Mormorio

TERZA EDIZIONE AGGIORNATA E AMPLIATA
Postwords n.2

Dall’antica Grecia in poi, la nostra cultura vive nell’angoscia di vedere scomparire tutto: dai più intimi affetti a tutti gli oggetti. Instancabile, come il peggiore dei mostri, il tempo ci appare come il fagocitatore di tutto. Con la fotografia, l’Occidente ha arginato una parte di questa angoscia che deriva dal nichilismo sul quale si fonda. La fotografia ha dato all’individuo occidentale la possibilità di creare un frammento di eternità, senza dovere abbandonare la convinzione che niente è eterno.
Con questo libro, ampliato di ben settanta pagine rispetto alla prima edizione e con una nuova cover, Diego Mormorio torna ad affrontare il tema della storia della fotografia attraverso i tempi di posa - un approccio insolito e originale che ha affascinato i lettori delle due precedenti edizioni.
Un’intensa carrellata di immagini guida il lettore dall’origine greca della fotografia, fino alle immagini a illuminazione stroboscopica di Edgerton, alle sperimentazioni di Gjon Mili, passando per il suggetivo mondo del primo reportage, realizzato nel 1843 da David Octavius Hill e Robert Adamson, nel villaggio di pescatori di Newhaven, ora parte di Edimburgo.

ISBN 978-88-98391-39-4
PAGINE 192
FORMATO 12cm x 20cm
ANNO 2016
Carta Symbol Tatami white gr.115 Fedrigoni

pdf  pdf 

Prezzo: € 13,90 (?)

Acquista

Sito realizzato da Extrabold